Struttura

Il Centro Sportivo «Bruno De Marchi» è un impianto comunale di 96.000 mq, moderno e polivalente.

Calcio giovanile, serie D, femminile e amatoriale, calcio a 5, basket, danza, fitness e aerobica. Sono queste le attività principali che vengono praticate al centro “Bruno De Marchi” di via Villanova di Sotto a Pordenone, autentico “polmone” sportivo – immerso nel verde – del capoluogo di provincia. Inaugurata il 1. ottobre del 2010, la cittadella si estende su una superficie complessiva di 96 mila metri quadrati. La gestisce, attraverso una convenzione con il Comune, il Pordenone calcio, che ne ha fatto la sede del proprio Settore giovanile, realtà con oltre 200 tesserati ai vertici regionali e nazionali.

La struttura dispone di un campo principale (110 per 70 metri) con tribuna da 260 posti, due campi per gli allenamenti (95 per 60 metri) e un terreno ridotto in erba sintetica (si gioca sette contro sette), di cui usufruiscono sia sodalizi amatoriali che le giovanili e viene messo a disposizione su prenotazione.

Nel vecchio edificio, in passato centro ricerca e poi punto di ritrovo giovanile, sono state create tre palestre che occupano circa 1.500 metri quadrati. Sono utilizzate, dal mattino alla sera, per la preparazione di alcune società di calcio a 5 del territorio comunale, corsi di danza, pancafit, fitness, ginnastica dolce per anziani, yoga, pilates, step e tonificazione.

Da segnalare che personale qualificato effettua, su appuntamento, anche visite posturali e massaggi massoterapici. Fanno parte del centro pure una sala attrezzi; una sala conferenze, dove si svolgono periodicamente incontri; un percorso vita per amanti della corsa che circonda l’intera area. Menzione a parte per i locali che ospitano la sede della sezione arbitri pordenonese “Guarini”.
Bruno De Marchi, a cui il complesso è intitolato, era proprio un fischietto. Il migliore di tutti: è stato infatti l’unico della provincia a raggiungere la serie A. Non solo. Si meritò grazie alle sue grandi qualità i gradi di internazionale. Il piazzale che si incontra all’ingresso dell’area è invece dedicato all’Associazione nazionale atleti olimpici e azzurri d’Italia, di cui fanno parte tutti coloro che almeno una volta nella propria carriera hanno indossato la maglia della Nazionale, di tutte le discipline riconosciute dal Coni.

Alla base della creazione di questo polo sportivo, voluto dal comune di Pordenone, in particolare dall’ex sindaco Sergio Bolzonello, e sostenuto anche dagli altri enti locali, è stata posta la necessità di dare ai giovani della città un nuovo spazio dove poter praticare le diverse attività, nel verde, lontano dalla caoticità del centro città e potendo usufruire di strutture d’avanguardia. Strutture che operano tutto l’anno. Sono a pieno regime anche d’estate: il “De Marchi” accoglie il Pienne Junior Camp.